Il fuoribordo è caduto in acqua? Ecco come salvarlo

Accessori Tecniche Manutenzione 18 febbraio de 2019

Ti stai godendo la navigazione e il motore fuoribordo della tua barca ti cade in acqua? Tutto perduto? Assolutamente no!

Prova a scaricare tutta l'acqua del mare e risciacquare con acqua dolce. Se non riesci a farlo subito meglio lasciarlo immerso, il sale essicatto é molto piú corrosivo di quello bagnato. Una volta aciutto, rimuovere le candele e se possibile soffiare il gruppo motore con aria compressa. Se nonun compressore, puoi trovarlo facilmente al porto della stazione di servizio nel punto in cui si gonfiano le gomme delle auto. In alternativa, usa un panno. Rimuovere il filtro del carburante e la pompa. Pulire e asciugare tutto con cura. Accedere al carburatore, smontarlo e pulirlo accuratamente. Asciugare tutolemente tutti i pezzi, facendo attenzione a non danneggiare i galleggianti durante lo smontaggio e il rimontaggio. Con spray idrorepellente e lubrificante, spruzzare l'intero motore per pulire in particolare i contatti elettrici e le bobine. Reinstallare le candele, ovviamente nuove, e provare a ruotare leggermente l'albero motore con la cordicella di partenza; se senti che il movimento non è molto fluido, è meglio chiamare un meccanico. Se tutto va bene, provare ad avviare e lasciare il motore al minimo, lasciare che l'olio lubrifichi il motore.

Tags: Tender